Centro Odontoiatrico Dott. Oreglia | Protesi fissa
18024
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-18024,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.3,vc_responsive
Protesi-0063
Digital Smile Design
Tomografia Computerizzata CONE BEAM
Un miglior approfondimento diagnostico radiografico

Protesi Fisse

Protesi fisse su denti naturali o ponti:

La protesi fissa consente la ricostruzione dei denti propri rovinati o mancanti, per mezzo di corone unite fra loro. Si distingue dalle protesi dentarie mobili per l’impossibilità di rimuovere la protesi dal cavo orale in quanto cementata ai denti naturali del paziente.

Uno dei materiali più utilizzati nel Centro Odontoiatrico Dott. Oreglia, ad oggi, per la realizzazione del rivestimento esterno ed interno di tali protesi dentarie è la ceramica, per via delle sue particolari peculiarità estetiche e di durezza. La struttura dei ponti può essere realizzata in zirconio o in disilicato di litio, materiali opportuni per supportare incarichi occlusali a seconda delle specifiche situazioni. L’odontoiatria moderna permette la messa in opera di protesi fisse in ceramica indistinguibili, dal punto di vista estetico e funzionale, dai denti naturali.

Protesi fisse su impianti:

L’implantologia rappresenta oggi la migliore soluzione per una riabilitazione funzionale ed estetica della masticazione.

Le protesi dentarie fisse su impianti utilizzano gli impianti osteointegrati come sostegno ed ancoraggio. L’impianto osteointegrato, in pratica, funziona da nuova radice, è realizzato in titanio e viene inserito al posto della radice del dente naturale che è stato perso.

Dal momento in cui è stato inserito l’impianto è necessario lasciarlo a riposo per almeno 3 mesi; in questo tempo le cellule dell’osso si legano perfettamente alla radice in titanio. Al termine di questo periodo di guarigione sarà possibile posizionare il nuovo dente, in quanto la sua base si inserirà all’interno dell’impianto cioè della nuova radice.

In condizioni anatomiche e di distribuzione delle forze occlusali favorevoli è possibile eseguire la tecnica del carico immediato che permette di posizionare i denti protesici sopra alla radice artificiale, l’impianto appunto, senza periodi di attesa. Tale tecnica permette di riacquisire l’estetica e la funzione masticatoria in tempi quasi immediati, riducendo i disagi legati all’attesa della realizzazione finale.

Il risultato finale è quindi quello di ottenere una nuova radice perfettamente stabile, in grado di sostenere un nuovo dente artificiale (in porcellana o altro materiale) che sostituisce sia dal punto di vista estetico che funzionale il dente originario.

dentista verona